Il lavoro dello scalpellino, è un lavoro duro che richiede costanza ed abnegazione.

Diversi, che avevano intrapreso questo lavoro, grazie al loro estro e costanza, si sono affermati come valenti scultori.

 

 

Ci dice AGOSTINO SCREM: "Quando mi avvicino ad una pietra, sia essa di cava o un "trovante" lungo il greto di un fiume, il materiale mi parla, mi comunica in cosa vuol essere trasformato. A lavoro finito, togliendo dall'anonimato una semplice pietra e trasformandola in quello che voleva diventare, la mia soddisfazione è doppia."

 

 

Quanti volessero avvicinarsi a questa espressione artistica, troveranno in lui, una valida guida ed un aiuto, per materializzare le loro idee; creando degli oggetti da tramandare nel tempo.